MENÙ

PINOCCHIO – Virgilio Sieni | CIVITANOVA DANZA

Via Annibal Caro, 2 62012 - Civitanova Marche Alta (MC)

  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-1
  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-2
  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-3
  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-1
  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-2
  • PINOCCHIO-CIVITANOVA-3

PINOCCHIO – Virgilio Seni | Teatro Annibal Caro – 20 Luglio 2013 | CIVITANOVA DANZA

 

coreografia e regia Virgilio Sieni

interprete Giuseppe Comuniello

assistente al progetto Giulia Mureddu

produzione Compagnia Virgilio Sieni in collaborazione con AMAT per Civitanova Danza

Un luogo perduto e un essere perduto.

Giuseppe è un non vedente che da alcuni anni si prepara alla danza. Giuseppe/Pinocchio ci conduce al dettaglio e nelle varie scene ci mostra l’addentrarsi nei particolari, tra intimità e inquietudine.

Essere legno/dentro al legno.

Pinocchio genera il desiderio di dar vita ad un infinito di dettagli, scoperte, aperture, radure.

Giuseppe/Pinocchio ci consegna una collezione inedita sulla luce, individuandola nell’ascolto, nel gesto del silenzio. Lo spettacolo è composto da sette fughe, sette quadri che sono viaggi e esercizi commoventi nel dettaglio, nel luogo, nella luce: ritratti di vita che perdono resistendo con uno sguardo dentro.

Questo Pinocchio leggermente diverso si avvicina al silenzio, corre adiacente a certi corpi come si possono vedere nelle albe di Piero della Francesca (Battesimo di Cristo a Londra), che emergono nei colori della  luce  del Tiepolo (Mosè salvato dalle acque), nell’incarnato del Bellini (Pietà all’Accademia di Venezia).

Pinocchio/Giuseppe si lascia al bosco di luce che gli esercizi/quadri accolgono silenziosamente. In tutti i quadri c’è silenzio, un fracasso dentro che si traduce nella forma dell’ascolto, posture sempre sospese e osservate dal di dentro. Pigmenti di gesti: questo emerge nella danza di Giuseppe/Pinocchio.

Per 7 volte il pubblico si può avvicinare e scoprire il dettaglio, può trasgredire lo spazio, stabilire la distanza, vedere il suo volto, gli occhi, il sudore, come trema e si sorregge il burattino iniziato alla vita: scene dove lo sguardo si traduce in ascolto e viceversa.

Lo spettatore è chiamato a interrogare il vuoto e il pieno di ogni istante che non è discorsivo, ma intimo, struggente cammino verso una benevolenza del gesto, a desiderare di essere nell’ombra del burattino e a proteggere il danzatore cieco.

Informazioni su: PINOCCHIO – Virgilio Sieni | CIVITANOVA DANZA

Altri eventi nelle vicinanze »

 

Musei nelle vicinanze »

Leggi i commenti »

Inserisci la tua valutazione


Send To Friend

Codice di verifica
captcha image

Contatti

Codice di verifica
captcha image

Claim Listing

What is the claim proccess?

Codice di verifica
captcha image

Social Network

Contatti

Per informazioni scrivi a info@marcheecultura.it

» maggiori informazioni»

Marche è Cultura
Società Cooperativa.
 
Sede legale: Contrada Moglie n. 40 - 62010 Pollenza (MC)
Sede operativa: Via Albertini 36, Gross Ancona Blocco I1, 60131 Ancona
Codice Fiscale e P.I.: 01765070436.
N. REA: 179597.
 
Telefono: 071 2133309
email: info@marcheecultura.it
PEC: marchecultura@pec.it
Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere sempre aggiornato sulle nostre attività Inserisci qui il tuo indirizzo email